Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Procedure e domande frequenti

 

Procedure e domande frequenti

 

A chi il Consolato Generale di Parigi può rilasciare una carta d’identità?

Ai cittadini italiani residenti nella circoscrizione consolare di Parigi, regolarmente iscritti all’A.I.R.E. (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero) dell’ultimo Comune italiano di residenza.

Abito nella circoscrizione consolare di Parigi, ma non sono iscritto all'AIRE, posso richiedere la carta di identità elettronica?

NO. Il Consolato Generale d’Italia a Parigi non è abilitato a rilasciare la carta d’identità né ai cittadini italiani iscritti all’AIRE residenti in altre circoscrizioni consolari, né ai cittadini italiani residenti in Italia e temporaneamente presenti nella circoscrizione di Parigi. Si può richiedere la CIE soltanto al Consolato italiano competente per residenza oppure al Comune italiano di residenza.

Posso richiedere la carta di identità in formato cartaceo (CIC)?

No. A partire dal 24/02/2020, questo Consolato rilascia solo la carta di identità in formato elettronico.

Posso richiedere la carta di identità presso il mio Comune in Italia, anche se residente all'estero?

I Comuni italiani continuano ad avere la competenza primaria per il rilascio delle carte d'identità e possono continuare a rilasciare tale documento anche ai cittadini residenti all'estero. I cittadini italiani iscritti all'AIRE possono sempre recarsi al proprio Comune di provenienza e ottenere la carta d'identità, ma soltanto in formato cartaceo e non elettronico. Per informazioni sulle modalità e la tempistica di rilascio del documento in Italia si prega di contattare il proprio comune AIRE

Ho figli minorenni, posso chiedere una carta d’identità per loro?

Sì. La carta d’identità può essere rilasciata a tutti i cittadini italiani qualunque sia la loro età. La domanda per neonato può essere fatta soltanto dopo che il Comune AIRE abbia trascritto l’atto di nascita e lo abbia iscritto in AIRE.

Posso richiedere la carta di identità elettronica se il mio atto di nascita non è registrato in Italia?

No. L'atto di nascita deve già essere stato registrato presso il proprio Comune di iscrizione A.I.R.E. Laddove l’atto di nascita non sia già trascritto in Italia, l'interessato deve preliminarmente presentare l'atto di nascita per la trascrizione in Italia.

Quanto sopra si applica a tutti i connazionali, inclusi coloro che sono già in possesso di precedente documento italiano, ma che sono nati all’estero (non in Italia) e hanno acquisito la cittadinanza italiana all’estero o in Italia.

Che cos’è l’atto di assenso?

L'assenso, ai sensi dell'art. 3, comma a, dalla legge 1185 del 21 novembre 1967, è una dichiarazione scritta, coeva alla presentazione della documentazione richiesta, indispensabile per l'emissione dei documenti d'identità. Deve essere presentata per le domande di rilascio e rinnovo di passaporti e carte d'identità di richiedenti con figli minori di 18 anni. L'altro genitore autorizza il richiedente ad avere una carta d’identità oppure un passaporto individuale valido per l’espatrio, qualunque sia il legame che li unisce (convivenza, matrimonio, separazione, divorzio). Nel caso in cui il richiedente abbia figli minori da genitori diversi dovrà presentare l'atto di assenso rilasciato da tutti i genitori (padri o madri dei suoi minori). In caso di decesso dell'altro genitore è sufficiente presentare l’atto di morte se l'evento non è stato ancora registrato in Consolato.
L'assenso deve altresì essere presentato per la richiesta di carta d'identità e passaporto di minori di 18 anni. L'assenso dovrà essere prestato da parte del genitore non convivente con il minore, il quale non potrà firmare il formulario di richiesta dei documenti.
L’atto di assenso è necessario anche se i figli hanno già un loro documento d’identità.

N.B.: La firma del genitore non cittadino dell’Unione Europea, deve essere autenticata. L’autentica di firma può essere effettuata presso il Consolato Generale d’Italia a Parigi, oppure presso i notai, i municipi italiani o francesi, le rappresentanze diplomatiche/consolari italiane all’estero. L’interessato dovrà presentarsi munito di atto di assenso e documento di identità (passaporto nazionale).

IN MANCANZA DELL’ATTO DI ASSENSO FIRMATO DALL’ALTRO GENITORE E/O DELL’AUTENTICA DI FIRMA NON SARA’ POSSIBILE PROCEDERE ALL’EMISSIONE DELLA CIE.

La carta di identità elettronica è un documento valido per l'espatrio?

Si. La carta d’identità elettronica equivale al passaporto ai fini dell'espatrio negli Stati membri dell'Unione europea, negli Stati dello Spazio Schengen (UE + Islanda, Norvegia, Svizzera, Liechtenstein) e in quelli in cui vigono particolari accordi internazionali.

Al riguardo, per ulteriori e più dettagliate informazioni, è possibile consultare il sito http://www.viaggiaresicuri.mae.aci.it/approfondimenti-insights/documentidiviaggio

Ho cambiato indirizzo di residenza e la mia CIE è in corso di validità. Posso richiedere una nuova CIE?

No. Il cambio di indirizzo di residenza non è un motivo valido per richiedere l’emissione della CIE.


Posso far inserire il cognome da coniugata nella CIE?

No. A differenza della carta di identità cartacea non è possibile aggiungere lo stato civile e il cognome del coniuge nella CIE. Per le donne coniugate, la CIE riporterà soltanto il cognome da nubile.

L’unico documento di identità italiano in cui può figurare il cognome del coniuge è il passaporto (pagina 4).

Come e quando effettuare il pagamento della CIE?

Il pagamento dovrà essere effettuato almeno 10 giorni prima dell’appuntamento tramite bonifico bancario (https://consparigi.esteri.it/Consolato_Parigi/it/banner-home/pagamento-diritti-consolari.html)

Il costo della CIE è:

€ 21,95 prima emissione o rinnovo CIE;

€ 27,11 duplicato CIE per furto, smarrimento o deterioramento.

Quando riceverò la mia CIE?

La CIE non è rilasciata il giorno dell’appuntamento: sarà inviata dall’Italia tramite raccomandata, a cura dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, direttamente all’indirizzo prescelto dal richiedente, circa 15 giorni dopo la data dell’appuntamento in Consolato e/o dal perfezionamento della richiesta. Il richiedente potrà verificare il tracciamento della spedizione sul sito di Poste italiane https://www.poste.it/prodotti/raccomandata.html: cliccare su “Cerca spedizioni” e inserire il numero di raccomandata fornito il giorno dell’appuntamento.

Si invitano i connazionali che hanno richiesto la CIE ad accertarsi che il proprio cognome di nascita appaia sulla buca delle lettere (cognome da nubile per le donne sposate).

Devo venire a ritirare la CIE presso il Consolato Generale d’Italia a Parigi?

NO. La CIE sarà inviata dall’Italia tramite raccomandata, a cura dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, direttamente all’indirizzo indicato dal richiedente.

In caso di mancata consegna è prevista la giacenza presso l'ufficio postale di prossimità. Solo al termine del periodo di giacenza il plico verrà restituito da parte delle Poste francesi all’Ufficio consolare di Parigi.
Il titolare della CIE solo in quel caso potrà ritirare il documento presso il Consolato Generale, previa comunicazione da parte dell’ufficio Carte di identità.

Devo prendere appuntamento CIE per me e un familiare. Posso fare una prenotazione per più persone?

Sulla piattaforma PRENOT@MI è possibile effettuare una prenotazione multipla per la CIE da un unico account ma è possibile inserire al massimo un richiedente aggiuntivo.

Quando un genitore prende un appuntamento per il figlio minorenne (sia in caso di prenotazione singola che multipla), è pregato di compilare il formulario a nome del figlio.

Non riesco a prendere l’appuntamento su PRENOT@MI. Cosa fare?

Per questioni non indicate né sulla pagina CIE né in questa pagina e solo in caso di problemi tecnici, potete contattare l’ufficio carte di identità all’indirizzo email: carteidentita.parigi@esteri.it

Quali sono le tempistiche per ottenere un appuntamento su PRENOT@MI?

Dal momento della richiesta alla data fissata per l’appuntamento trascorrono almeno 15 giorni, necessari per consentire all’ufficio consolare di effettuare il controllo dei dati anagrafici, risolvere eventuali disallineamenti e verificare che non sussistano cause ostative al rilascio del documento. Pertanto sul sistema di prenotazione non è possibile selezionare una data prima di venti giorni. Il sistema consentirà di prenotare soltanto per le successive 15 settimane.

Non riesco a registrarmi sul PRENOT@MI del Consolato Generale di Parigi perché il mio indirizzo e-mail non viene accettato. Cosa fare?

Il sistema di prenotazione collega un utente registrato ad un indirizzo email. Se tale indirizzo e-mail è già stato registrato per un utente, non è possibile associarlo ad un altro utente, anche se componente del proprio nucleo familiare o se precedentemente registrato in altra sede della rete diplomatico-consolare italiana.

L’utente già precedentemente registrato su PRENOT@MI di altra sede diplomatico-consolare italiana, può effettuare il cambio Sede collegandosi al proprio profilo del PRENOT@MI della sede di precedente registrazione. Dopo aver cliccato sulla voce “CAMBIO SEDE”, selezionerà il Consolato Generale di Parigi. Il Consolato Generale d’Italia a Parigi non può effettuare il cambio sede.

In alternativa è possibile registrarsi con un nuovo indirizzo e-mail.

Mi è scaduta la carta di identità e non ci sono date disponibili sul PRENOT@MI. Come posso rinnovare il documento di identità?

Data l’elevata richiesta è possibile che nessuna data sia disponibile (date in rosso: completo / date in nero: calendario non ancora aperto). In questo caso si prega di ricollegarsi e attendere le nuove disponibilità che sono sempre possibili a seguito di annullamenti da parte di altri utenti e/o di progressiva apertura di nuove date.

Mi è scaduta la carta di identità e non ho documenti in corso di validità. Come posso rinnovare i documenti in urgenza?

Non è prevista una procedura d'urgenza per il rilascio della CIE, poiché la sua emissione dipende dall'interazione di diversi Autorità (ufficio consolare, Comune, Questura, Agenzia delle Entrate, Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, Poste italiane e francesi).

In assenza del passaporto e solo in caso di assoluta e documentata urgenza (es: necessità di viaggiare per gravi motivi familiari, sanitari o per improrogabili ragioni di lavoro o di studio, ecc.), è possibile richiedere il rilascio del passaporto con procedura d’urgenza, seguendo le istruzioni riportate al seguente indirizzo:

https://consparigi.esteri.it/consolato_parigi/it/i_servizi/per_i_cittadini/documenti-di-viaggio/passaporti/quali-sono-i-casi-considerati-di.html

In alternativa, questo Consolato può rilasciare un documento provvisorio di viaggio (ETD - Emergency Travel Document) valido per il solo rientro in Italia (dove si procederà a richiedere un passaporto o una carta d'identità) o nello Stato estero di residenza ( solo per iscritti AIRE).

E' possibile richiederlo seguendo le istruzioni riportate al seguente indirizzo : https://consparigi.esteri.it/consolato_parigi/it/i_servizi/per_i_cittadini/documenti-di-viaggio/etd.html

 

Ultimo aggiornamento: 15/04/2022


467