Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

il Messaggio

 

il Messaggio

fotoconsole

 

Messaggio della Console Generale d’Italia a Parigi ai connazionali del 19 febbraio 2019

Cari Connazionali,

spero abbiate passato delle serene vacanze di fine anno e che questo 2019 sia iniziato nel migliore dei modi. Da noi al Consolato il lavoro è ripreso a pieno ritmo e siamo impegnati ad occuparci di tutti i progetti e le novità che avevamo annunciato nei mesi passati.

In questo primo mese e mezzo di attività due sono stati gli eventi di rilievo che desidero ricordare: La prima Giornata dell’immigrazione italiana e la VI giornata di Orientamento.

La prima Giornata dell’immigrazione italiana tenutasi sabato 26 gennaio e organizzata dal Comites in collaborazione con il Consolato nei nostri locali, ha visto la partecipazione di più di 300 persone ed è stata un momento qualificante dell’apertura annuale.  Occasione per indirizzare gli auguri di Buon Anno alla collettività, l’evento si inquadrava nel contesto del progetto reso possibile grazie al prezioso sostegno della Direzione Generale degli Italiani all’Estero e delle Politiche Migratorie del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, per celebrare l’immigrazione italiana in Francia. Si concluderà con una seconda giornata a fine novembre 2019, nella quale si farà il punto sugli sviluppi del processo di raccolta di testimonianze del passato e si guarderà al futuro e alle nuove generazioni. La VI giornata di Orientamento, evento ormai consolidato, si è tenuta con successo il 9 febbraio con la partecipazione di oltre 250 studenti provenienti dal liceo italiano Leonardo da Vinci di Parigi, dalle sezioni italiane dei licei internazionali Honoré de Balzac di Parigi e Saint-Germain-en-Laye e dalle sezioni ESABAC dei licei Buffon, Monet, Hugo, La Tour, Bellevue di Le Mans, Parc de Vilgénis de Massy, Camus di Bois-Colombes, Rousseau di Sarcelles e Suger di Saint-Denis. Durante la manifestazione oltre 50 accademici e professionisti hanno messo a disposizione la loro esperienza nel guidare i ragazzi nella difficile ma cruciale scelta del loro futuro, esponendo il proprio percorso formativo e rispondendo alle loro domande. L’evento diviso in due sessioni è stato introdotto nella prima parte, dedicata alle materie umanistiche e svoltasi durante la mattinata, dal giornalista e politologo Alberto Toscano, mentre la seconda parte dal Vice Governatore della Banca di Sviluppo del Consiglio d’Europa Carlo Monticelli,  svoltasi nel pomeriggio, e riguardante le materie scientifiche ed economiche.

Quanto alle attività in programma, il 2019 sarà un anno speciale poiché coinciderà con la commemorazione dei 500 anni dalla morte del grande artista Italiano Leonardo da Vinci e si susseguiranno numerosi eventi dedicati a questa straordinaria figura del passato. Le manifestazioni culturali non riguarderanno solamente i suoi capolavori conservati qui a Parigi, ma il suo genio verrà celebrato da tutte le istituzioni italiane nel mondo in tutte le sue sfaccettature. Per quanto ci concerne, Leonardo verrà commemorato sia con una conferenza organizzata in collaborazione con AlumniPolimi Parigi e AlumniPolito, nel quadro del “Coordinamento Nuova Mobilità”, intitolata “La città del futuro e le sue opere”, sia durante la Settimana della Cucina Italiana nel Mondo. Abbiamo infatti già iniziato a lavorare a questo nostro tradizionale appuntamento previsto nella sua quarta edizione dal 18 al 24 novembre 2019, per realizzare un programma ricco di appuntamenti e che valorizzi anche il territorio fuori Parigi.

Il Consolato Generale d’Italia a Parigi e il Comites - Comitato degli Italiani all’Estero sono lieti di annunciare la nascita del CAP Paris – Coordinamento delle Associazioni di Professionisti Italiani a Parigi. Coronamento di uno sforzo comune nell’ambito della nuova sinergia venutasi a creare tra il Comites e il Consolato Generale d’Italia a Parigi, il Coordinamento nasce sotto l’egida dell’Ambasciata d’Italia in Francia e con il sostegno della Direzione Generale per gli Italiani all’estero e le politiche migratorie del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Il CAP Paris, che raggruppa dieci Associazioni rappresentative della nuova immigrazione italiana nella regione parigina, mira a recensire gli italiani che si sono trasferiti in Ile-de-France per motivi lavorativi al fine di accrescerne la visibilità in ambito professionale, scientifico e culturale e intende creare nuove occasioni si confronto e di collaborazione con gli esponenti dell’immigrazione tradizionale.

Non posso concludere la parte dedicata ai progetti senza un aggiornamento su “L’Italia del Père Lachaise”. Si tratta, come ho avuto modo di dire in passato, di un progetto editoriale che celebra circa 50 personaggi illustri, italiani e francesi di origine italiana, sepolti nel cimitero monumentale del XX arrondissement parigino (fanno eccezione al criterio della cittadinanza italiana alla nascita solo due personaggi che sono stati inclusi per il loro contributo dato all'Italia: Maria Callas e Gioacchino Murat). Siamo lieti che il nostro progetto si sia arricchito del contributo di più di 100 autori, alcuni dei quali sono personaggi noti del mondo dello spettacolo, delle istituzioni e della cultura italiana. Siamo ora attivamente impegnati nella ricerca di sponsor per poter dare all’opera una veste editoriale all’altezza della valenza dell’obiettivo e dei volontari che vi collaborano con entusiasmo. Desidero quindi incoraggiare tutti coloro che ci leggeranno a considerare l’ipotesi di voler sostenere, anche con una piccola offerta, quest’opera dedicata a chi ha donato prestigio e onore internazionale al nostro Paese in ambito culturale, artistico ed economico. Non c’è un limite minimo per dare il proprio contributo, che potrà essere inviato tramite bonifico, assegno o crowdfunding. (www.progettoperelachaise.com) Siamo stati felici di constatare il successo delle due passeggiate promozionali al Père Lachaise, tenutesi domenica  13 gennaio e domenica 17 febbraio, dove i partecipanti hanno potuto usufruire di una visita guidata al cimitero.

Vi ricordo che il principale appuntamento dell’anno saranno le elezioni per il rinnovo dei membri del Parlamento Europeo previste i prossimi 24 e 25 Maggio 2019. Il Consolato ha già avviato il grande sforzo organizzativo per garantire ad ogni cittadino residente nella circoscrizione consolare il diritto al voto. Come sapete, i connazionali residenti all’estero hanno tre opzioni (alternative) di voto: possono votare in Italia; oppure in Francia per i candidati italiani nei seggi che saranno allestiti da questo Consolato; o infine per i candidati francesi iscrivendosi alla propria Mairie di residenza. In tutti i casi occorre esperire alcune formalità, e vi rimando quindi alle informazioni più dettagliate sul nostro sito, che verranno via via aggiornate.

Cari Connazionali,

Spero che gli aggiornamenti siano stati di vostro gradimento. Per ogni ulteriore informazione sulle iniziative in programma non esitate a consultare l’apposita pagina del sito cui potrete accedere dalla homepage.

Cordialmente,

 

Emilia Gatto
Consule Générale d’Italie

 

Messaggio della Console Generale d’Italia a Parigi ai connazionali del 19/12/2018

Cari Connazionali,

siamo ormai alla vigilia delle vacanze di Natale, che mi auguro possano rappresentare per tutti voi una serena e rigenerante pausa da dedicare ai vostri affetti più cari.

 Per noi al Consolato, il periodo natalizio sarà certamente occasione per “tirare le somme” sul lavoro svolto in questi ultimi mesi e per rinnovare il nostro impegno per il nuovo anno, che si annuncia già carico di novità e stimolanti progetti.

Come molti di voi sapranno, nel mese di novembre questo Consolato ha avuto il piacere di coordinare gli eventi della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, iniziativa promossa dalla Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. La settimana è stata intensa, con una ricca agenda di appuntamenti, qui seguiti anche dai media locali, tra cui la trasmissione radiofonica di Vincent Ferniot per Sud Radio. In particolare, voglio ricordare la sontuosa Cena di Gala in Ambasciata, che ha reso onore al gusto italiano grazie alla direzione artistica di Angelini Design e al menù preparato dagli Chef stellati italiani invitati per l’occasione dall’Associazione Ristoranti Buon Ricordo e dal Mori Venice Bar. Durante la serata è stato un piacere per noi avere tra gli ospiti tanti personaggi di spicco della cultura francese e italiana, tra cui il celebre presentatore Petitrenaud, la scrittrice Luana Belmondo e lo chef Bernard Pacaud.

Altrettanto coinvolgenti sono stati gli eventi dei giorni successivi: una proiezione cinematografica dedicata al grande Chef Gualtiero Marchesi, una serata di degustazione al ristorante La Felicità, due Atelier di cucina presso l’Istituto Italiano di Cultura e due conferenze, una sui Grani duri siciliani e una dedicata alla cucina umbra, con la partecipazione dello Chef Gianfranco Vissani. Tra i tanti appuntamenti c’è stata anche occasione di indagare il rapporto tra arte e cucina, con il Festival multidisciplinare “Un giorno per Tiziana” organizzato dal Comites di Parigi nella Sala delle Feste gentilmente concessa dalla Mairie del XIV. Lo stesso Comites ha curato l’organizzazione della bella manifestazione “In Vino Verit’Art” tenutasi a Digione, per portare il nostro messaggio anche fuori dalla capitale francese. La grande festa conclusiva degli eventi parigini si è svolta in Consolato, coronata da una gara di apertivi all’italiana tra gli studenti dell’Istituto Paolo Borsellino di Palermo.

Tantissimi eventi dunque, che speriamo siano riusciti a raccontare e trasmettere il profondo patrimonio culturale rappresentato dalla cucina del Nostro Paese. Un programma che non sarebbe stato possibile senza l’impegno, la dedizione e la passione di tutti coloro che hanno collaborato al nostro fianco a cui vanno i miei più sinceri ringraziamenti. A tutti loro il merito del successo di questa terza edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo: oltre al numeroso gruppo organizzativo, tutta la rete istituzionale del Sistema Italia, gli sponsor finanziari e tecnici che ci hanno sostenuto e gli oltre 200 ristoratori italiani che hanno aderito all’iniziativa del “Passaporto del Gusto 2018”.

Nonostante le grandi energie spese per la buona riuscita della Settimana della Cucina, il Consolato non ha tralasciato il suo impegno per gli studenti della circoscrizione. In particolare, tra gli eventi per valorizzare e mettere in luce il nostro sistema accademico si è tenuto il 10 novembre l’incontro con alcune Università d’eccellenza italiane (Bocconi, Luiss, Politecnico di Torino e Politecnico di Milano) dedicato ai maturandi dei licei italiano Leonardo da Vinci, e di quelli internazionali e francesi che hanno sezioni OIB (Option International Baccalauréat) e ESABAC (doppio diploma Esame di Stato e Baccalauréat). Abbiamo inoltre rilanciato il progetto stage di osservazione in impresa, grazie alla collaborazione di aziende italiane o a guida italiana, destinato ai liceali della nostra rete scolastica. E’ stato per tutti fonte di grande soddisfazione ascoltare le testimonianze dei ragazzi, che si sono espressi in termini molto positivi e spesso entusiastici sulle esperienze che hanno avuto l’anno scorso. D’altro canto, a causa delle proteste dei “gilets jaunes”, la VI giornata di Orientamento, inizialmente prevista per l’8 dicembre, è stata ricalendarizzata al 9 febbraio 2019. Come nelle precedenti edizioni, durante la manifestazione accademici e professionisti metteranno a disposizione la loro esperienza per guidare i ragazzi nella difficile ma cruciale scelta del loro futuro.

Il 12 novembre abbiamo avuto il piacere di accogliere una delegazione dell’Ufficio Scolastico Regionale del Lazio guidata dal Direttore Gildo De Angelis, in occasione della firma del rinnovo della Convenzione di Partenariato con l’Académie de Paris-Sorbonne, rappresentata dal Rettore Gilles Pecout. Due giorni dopo, è stato celebrato il cinquantenario dall’istituzione della Sezione Italiana presso il Liceo Internazionale d’eccellenza Saint Germain-en-Laye e il quarantenario di quella del Collège Les Hauts Grillets: è stata una festa memorabile che ha visto centinaia di invitati nella pittoresca cornice del Castello di Hennemont. Il 3 dicembre sono stata infine lieta di ospitare presso il Consolato Generale la cerimonia di consegna dei diplomi per gli allievi del doppio titolo in giurisprudenza dell'Università degli Studi di Firenze e dell'Università Panthéon-Sorbonne di Parigi. Il Consolato incoraggia questo tipo di esperienze di collaborazione accademica bi-nazionale, come uno degli strumenti per passare dalla narrativa della “fuga” dei cervelli alla cultura della loro libera circolazione.

Con gli stessi obiettivi opera anche il progetto di Coordinamento Nuova Mobilità, promosso dal Consolato in collaborazione con il Comites, con il prezioso sostegno della Direzione Generale degli Italiani all’Estero e delle Politiche Migratorie del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Nello sviluppo dell’iniziativa, che coinvolge le Associazioni rappresentative della nostra comunità di professionisti in Francia e mira a promuoverle attraverso la loro mappatura e la creazione di un network, sono stati fatti grandi passi avanti con la presentazione di una bozza di statuto che auspichiamo di approvare definitivamente a Gennaio 2019.

Non posso concludere la parte dedicata ai progetti senza un aggiornamento su “L’Italia del Père Lachaise”, l’iniziativa che ha maggiormente assorbito il Consolato, il Comites e tutto il grande gruppo di volontari che lo hanno animato. Si tratta, come ho avuto modo di dire in passato, di un progetto editoriale che celebra circa 60 personaggi illustri, italiani e francesi di origine italiana, sepolti nel cimitero monumentale del XX arrondissement parigino (fanno eccezione al criterio della cittadinanza italiana alla nascita solo due personaggi che sono stati inclusi per il loro contributo dato all'Italia).

Siamo lieti che il nostro progetto si sia arricchito del contributo di più di 90 autori, alcuni dei quali sono personaggi noti del mondo dello spettacolo e della cultura italiana. Siamo ora attivamente impegnati nella ricerca di sponsor per poter dare all’opera una veste editoriale all’altezza della valenza dell’obiettivo e dei volontari che vi collaborano con entusiasmo.

Desidero quindi incoraggiare tutti coloro che ci leggeranno a considerare l’ipotesi di voler sostenere, anche con una piccola offerta, quest’opera dedicata a chi ha donato prestigio e onore internazionale al nostro Paese in ambito culturale, artistico ed economico. Non c’è un limite minimo per dare il proprio contributo, che potrà essere inviato tramite bonifico al c/c FR76 3047 8000 0101 0211 6500 467 presso “Monte Paschi Banque - Madeleine” intestato a “L’Italia del Père Lachaise” oppure tramite assegno bancario al Comites – 4, rue de Valence – 75005 Paris. E’ importante che in entrambi i casi vengano specificati nominativo del donatore e causale (pubblicazione Père Lachaise). Le offerte superiori a 200 euro daranno infatti diritto alla citazione nella sezione del libro dedicata ai ringraziamenti; e le offerte da parte di imprese superiori a 2000 euro comporteranno l’apposizione del logo. Nel frattempo, diamo a tutti coloro che vorranno partecipare e sostenerci, appuntamento per domenica 13 gennaio alle 11:00 in situ per una passeggiata commentata alla scoperta dei nostri personaggi illustri.

Sul fronte dei contatti con il territorio, il 16 novembre sono stata a Lilla, su invito della Sindaca Martine Aubry, per celebrare i gemellaggi internazionali della città. Ho avuto il piacere, in quell’occasione, di incontrare il Vice Sindaco di Torino, Prof. Guido Montanari. Più recentemente, sono stata nel piccolo comune di Vaujours, su invito del Sindaco Dominique Bailly, che è anche Vice Presidente dell’Associazione dei Sindaci dell’Ile-de-France. Mi ha presentato tre Consiglieri comunali di origine italiana, e si è detto ben lieto di collaborare al progetto di mappatura dei rappresentanti municipali di origine italiana che, come ho avuto occasione di dire, rientra tra gli obiettivi del progetto Coordinamento Nuova Mobilità.

Per quanto riguarda il miglioramento dei servizi rimane costante il nostro impegno per mantenere il grande risultato raggiunto con l’azzeramento degli arretrati nelle pratiche di iscrizioni AIRE accumulatesi in decenni di carenza di personale e crescita della domanda. Ne sono fiera e ringrazio la mia squadra, ogni volta che - come mi capita ormai spesso - ricevo il plauso dei cittadini che si stanno via via rendendo conto della nuova virtuosa situazione. Rinnoviamo dunque l’invito a utilizzare il portale Fast-it messo a punto dal Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, pur rimanendo sempre a disposizione per chi avesse bisogno di assistenza e supporto dedicati.

Prosegue molto bene anche il titanico lavoro di ricatalogazione, riorganizzazione, razionalizzazione e svecchiamento delle giacenze accumulatesi negli anni nell’archivio storico: si tratta di 160.000 pratiche, che con determinazione e senza scoraggiarci stiamo affrontando nell’auspicio di potervi rendere un servizio migliore in futuro.

Infine, il Consolato ha avviato il grande sforzo organizzativo per affrontare la prossima sfida, che costituirà la priorità nei prossimi mesi: le elezioni per i membri del Parlamento Europeo previste il prossimo 26 Maggio 2019. Come sapete, i connazionali residenti all’estero hanno tre opzioni (alternative) di voto: possono votare in Italia; oppure in Francia per i candidati italiani nei seggi che saranno allestiti da questo Consolato; o infine per i candidati francesi iscrivendosi alla propria Mairie di residenza. In tutti i casi occorre esperire alcune formalità, e vi rimando quindi alle informazioni più dettagliate sul nostro sito, che verranno via via aggiornate.

Cari Connazionali,

Spero che gli aggiornamenti siano stati di vostro gradimento. Per ogni informazione ulteriore e più dettagliata sulle iniziative in programma non esitate a consultare l’apposita pagina del sito cui potrete accedere dalla homepage.

Colgo l’occasione per porgervi di cuore i miei sinceri auguri per un sereno Natale e per un eccellente inizio di uno splendido e avvincente Nuovo Anno!

Cordialmente,

 Emilia Gatto
Consule Générale d’Italie

 

 

Messaggio della Console Generale d’Italia a Parigi ai connazionali del 23/10/2018

Cari Connazionali,

ci avviciniamo ormai alla festa della “Toussaint”, prima e sollevante pausa dopo il rientro dalle vacanze estive, un periodo impegnativo ma stimolante che spero sia stato anche per voi denso di novità.

Qui al Consolato siamo stati tutti in piena attività per realizzare i nostri progetti e per assicurare e migliorare i servizi.

In particolare, abbiamo dedicato numerose iniziative ai giovani italiani della circoscrizione consolare, come l’incontro con gli studenti universitari, di master e dottorandi italiani che si è svolto in Consolato il 2 ottobre e la celebrazione dell’Erasmus Day, organizzato il 12 ottobre in collaborazione con il Comites di Parigi. Entrambe le iniziative hanno riscontrato vivo interesse da parte del pubblico e hanno fornito l’occasione per avvicinare all’istituzione consolare tanti ragazzi e ragazze di talento che sono stata lieta di conoscere personalmente. Abbiamo, a tal fine, rinnovato il Portale dell’Universitario, accessibile dal nostro sito e aperto a tutti i giovani italiani che si trovano a Parigi per gli studi superiori.

Agli studenti sarà dedicato anche l’evento che si svolgerà in Consolato il 10 novembre, in cui alcune Università d’eccellenza italiane presenteranno i propri corsi di laurea ai maturandi del Liceo Italiano Leonardo Da Vinci, dei licei internazionali che hanno sezioni OIB (Option International Baccalauréat) e delle sezioni ESABAC dei licei francesi (doppio diploma Esame di Stato e Baccalauréat). Per partecipare è necessario mandare una mail a studenti.parigi@gmail.com. Vi incoraggiamo a partecipare! Se non siete della rete scolastica italiana a Parigi, sappiate che abbiamo una quota di inviti a voi dedicata, e a tal fine vi preghiamo di rivolgervi a noi prima possibile!

Saranno ancora i ragazzi i protagonisti di altri due eventi previsti in Consolato nel mese di dicembre: la giornata di consegna dei diplomi dell’Ecole de Droit di La Sorbonne per gli allievi del doppio titolo in diritto tra Paris1 e Università degli studi di Firenze il 3 dicembre e la VI giornata di orientamento dell’8 dicembre. Durante quest’ultimo appuntamento, ormai diventato un’apprezzata consuetudine, accademici e professionisti, divisi per ambiti disciplinari, metteranno a disposizione la loro esperienza per guidare gli studenti nella difficile ma cruciale scelta del loro futuro.

Nel frattempo, si sta concretizzando il progetto Coordinamento Nuova Mobilità promosso dal Consolato in collaborazione con il Comites, con il prezioso sostegno del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. L’iniziativa coinvolge le Associazioni rappresentative della nostra grande comunità di professionisti e mira promuoverle attraverso la loro mappatura e la creazione di un network; la valorizzazione del sistema accademico italiano e la promozione della mobilità di “cervelli” tra Francia e Italia; l’incoraggiamento a far rete tra nuova mobilità e emigrazione tradizionale. Nella cornice del progetto Coordinamento Nuova Mobilità, previsto partire formalmente all’inizio del 2019, si è svolto il 4 ottobre in Consolato un primo incontro con gli avvocati italiani ed italofoni operanti nella circoscrizione parigina. Dato il riscontro molto positivo, è già in programma un altro appuntamento dedicato ai professionisti del settore medico, con l’auspicio di estendere in futuri eventi a varie altre categorie.

Arrivati ormai anche alla quarta generazione, un gran numero di discendenti degli emigrati storici sono ora in posizioni di rilievo nel tessuto socio-economico e istituzionale francese, rappresentando per l’Italia un vanto e una grande forza. Lo scorso 18 ottobre sono stata orgogliosa di partecipare alla consegna del titolo di “Chevalier de la Légion d’Honneur” a Bruno Beschizza, Consigliere Regionale dell’Ile de France e Sindaco di Aulnay-sous-Bois. Bruno Beschizza fa parte di questo gruppo di figli di italiani che si sono stabiliti qui, sapendosi integrare e guadagnandosi la stima e il rispetto soltanto con il loro lavoro. Un’ulteriore conferma del prestigio raggiunto dai membri della nostra collettività nazionale qui in Francia, dove l’emigrazione italiana è considerata esemplare, non solo per quanto riguarda i professionisti e gli studenti che rappresentano la dinamica nuova mobilità ma anche per l’appunto, per i discendenti dell’emigrazione storica.

A proposito del valore della presenza italiana in Francia mi è impossibile non fare riferimento anche al progetto editoriale “L’Italia del Père Lachaise”, che celebra circa 40 italiani illustri sepolti nel noto cimitero monumentale parigino. Al momento, i lavori procedono alacremente in stretta collaborazione con il Comites di Parigi, che per il progetto ha ricevuto l’apprezzato sostegno della Direzione Generale per gli Italiani all’Estero e le Politiche Migratorie del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Dopo la nomina del coordinatore di progetto, la storica archivista Costanza Stefanori, siamo in fase di scelta dell’editore per la pubblicazione, prevista per l’estate 2019.

Si avvicina a grandi passi la 3^Settimana della Cucina Italiana nel mondo, che il Consolato ha il piacere di coordinare. Dal 19 al 25 novembre un ricco programma di appuntamenti daranno lustro e visibilità ai sapori del nostro Paese grazie al sostegno di tutte le istituzioni italiane presenti a Parigi e alla collaborazione di associazioni e operatori del settore. La manifestazione ha ricevuto anche l’attenzione di numerosi sponsor privati, ma per programmare eventi all’altezza del nostro riconosciuto prestigio internazionale nel settore, rimaniamo sempre in attesa di buone notizie. Continuiamo a lavorare al meglio per l’ottima riuscita della manifestazione, che stiamo promuovendo attivamente proprio in questi giorni al Salone Internazionale dell’Agroalimentare (SIAL) di Parigi, uno dei principali appuntamenti del settore a livello europeo che vede l’Italia, con circa 700 imprese, essere la prima nazione estera per numero di espositori e visitatori.

Anche sotto il profilo del miglioramento dei servizi ci sono novità importanti.

Sono infatti veramente soddisfatta di aver raggiunto, con l’aiuto di un’eccellente squadra, l’azzeramento di ingenti arretrati nelle pratiche di iscrizioni AIRE, accumulatesi in decenni di carenza di personale e di crescita esponenziale della domanda. Incoraggiamo tutti, per aiutarci a mantenere il traguardo ottenuto, a utilizzare il portale Fast-it messo a punto dal Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, rimanendo comunque a disposizione ad accompagnare chi tra i nostri connazionali, magari per motivi d’età, non ha dimestichezza con l’uso del computer.

L’obiettivo raggiunto mi rasserena anche perché rappresenta un ottimo punto di partenza in vista di un’elezione importante, quella del rinnovo dei membri del Parlamento Europeo, prevista, come sapete, nel mese di maggio 2019.

Anche in vista di questa scadenza, stiamo affrontando ora una nuova titanica sfida: la ricatalogazione, riorganizzazione, razionalizzazione e svecchiamento delle giacenze accumulatesi negli anni nell’archivio storico, dovuto all’assorbimento di due sedi consolari, Lilla e Digione, e l’accorpamento delle competenze sotto Parigi. Si tratta di 160.000 pratiche, che con determinazione affronteremo nell’auspicio di potervi rendere un servizio migliore in futuro.

Cari Connazionali,

Spero che gli aggiornamenti siano stati di vostro gradimento. Per informazioni aggiornate sulle iniziative in programma non esitate a consultare l’apposita pagina del sito cui potrete accedere dalla homepage.

Colgo l’occasione per augurarvi un’eccellente e serena pausa per la prossima festa della “Toussaints”, cordialmente,

Emilia Gatto
Consule Générale d’Italie

 

Messaggio della Console Generale d’Italia a Parigi ai connazionali del 13/09/2018 

Cari Connazionali,

ormai le vacanze sono per la maggioranza di voi passate o anche dimenticate, e forse c’è già chi pensa a programmare le prossime. Spero comunque che la ripresa non sia stata troppo difficile e che abbiate ben approfittato della pausa estiva.

Anche le scuole sono ricominciate, e cosi anche la Scuola Leonardo da Vinci, che è riuscita ad evitare una prospettiva nefasta di assenza di molti professori. Ciò è stato reso possibile grazie al forte impegno di tutti, a cominciare dal Preside Alaimo, che ringrazio, e alla collaborazione della Farnesina. A tutti gli studenti il mio sentito augurio di uno splendido anno scolastico!

Noi siamo in piena, anzi, frenetica attività per riprendere le fila di tutti i nostri progetti e le nostre iniziative.

Proprio ieri, l’Ambasciata ha accolto in visita il Ministro Vincenzo De Luca, Direttore Generale della Promozione del Sistema Paese al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. I cinque Consoli Generali d’Italia in Francia, l’Agenzia ICE, l’Agenzia Nazionale del Turismo ENIT e varie Associazioni del mondo economico e culturale hanno avuto l’opportunità di incontrarlo ad una riunione di sistema, che è risultata molto interessante e utile.

La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, che si terrà dal 19 al 25 novembre 2018, sta prendendo forma definitiva, con un programma ricco di eventi, organizzati da tutte le istituzioni presenti a Parigi e da Associazioni e operatori del settore. Cominciano ad arrivare anche le prime sponsorizzazioni, anche se non siamo ancora riusciti a coprire tutti i costi preventivati e rimaniamo dunque in attesa di buone notizie.

Il progetto editoriale “L’Italia del Père-Lachaise”, che - vi ricordo - celebra circa 40 italiani illustri lì sepolti, suscita sempre maggiore interesse da parte della collettività italiana e francese, in particolare da parte di accademici, professionisti e anche di personaggi conosciuti dello spettacolo. Per la sua realizzazione, la Direzione Generale per gli Italiani all’Estero e le Politiche Migratorie del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha accordato un finanziamento al COMITES (Comitato degli Italiani all’Estero), che lo ha inserito tra i suoi progetti prioritari, da realizzare in sinergia con il Consolato. Ne siamo lieti, e lavoriamo tutti alacremente con l’obiettivo di stampare l’opera per l’estate 2019.

Ci siamo anche rivisti con il gruppo di Associazioni che lavora alla creazione di un “Coordinamento Nuova Mobilità”, di cui stiamo finalizzando lo Statuto grazie al prezioso aiuto dello Studio Castaldi, cui siamo molto grati. Sono previsti numerosi progetti a beneficio del networking tra i membri delle Associazioni e tra questi e le istituzioni omologhe francesi; dello scambio tra vecchia e nuova mobilità e della valorizzazione del sistema accademico italiano. Anche per questa iniziativa stiamo cercando canali di finanziamento e, ovviamente, auspichiamo di trovare presto generosi sponsor.

In questa cornice, tra i progetti a noi più cari, c’è quello di mappare gli italiani e gli italo-francesi eletti presso le Mairies di Parigi, dell’ Île-de-France e di tutta la circoscrizione consolare. C’è inoltre un progetto di valorizzazione del sistema accademico italiano di eccellenza, che è sempre più apprezzato dai francesi. Organizzeremo in Consolato un primo incontro già dal prossimo autunno per presentare agli studenti dell’ultimo anno delle scuole nostre partner le università italiane d’eccellenza che si sono impegnate nella creazione del progetto “Coordinamento”. Inoltre, il mese prossimo inviteremo in Consolato ad un “Erasmus Day” i giovani residenti che hanno usufruito di un programma di scambio in Francia; sempre ai giovani sarà tra breve dedicato un evento in Consolato per far incontrare universitari, dottorandi o studenti di master che risiedono temporaneamente nella circoscrizione.

Di grande soddisfazione è stato il recente incontro tra gli studenti del liceo internazionale Honoré de Balzac con il Consigliere del servizio diplomatico all’Eliseo, alla presenza del Sindaco di Ventotene, per presentare un documento di riflessione elaborato dai ragazzi sul Manifesto di Ventotene. Chissà, ci siamo chiesti, se sarà possibile rifondare l’Europa su nuove basi proprio ripartendo da Ventotene, dove è nata?

Il 15 ottobre 2018 la Maison d’Italie ospiterà il tradizionale incontro “Benvenuti in Francia”, organizzato dal COMITES con RéCIF (rete dei ricercatori italiani in Francia) e altre Associazioni, dedicato a chi è arrivato da poco per stabilirsi in questa circoscrizione. Incoraggio tutti gli interessati ad iscriversi. Potrete incontrare le istituzioni italiane, i rappresentanti dell’associazionismo italiano, i Patronati e alcuni residenti di più lunga data, che potranno dispensarvi consigli sull’installazione.

E’ sempre un piacere continuare a scoprire componenti o personalità della nostra splendida comunità: tra qualche settimana incontrerò gli avvocati che esercitano in questa circoscrizione, in una giornata in Consolato a loro dedicata; recentemente sono stata invitata ad una grande serata organizzata dalla nota azienda di cristalleria Baccarat, che – pur non essendo italiana – vede al vertice una nostra connazionale; infine, ho scoperto che una delle più grandi fiere mondiali dedicate alla casa e al design, Maison&Objet, che ha chiuso a Villepinte qualche giorno fa, contava tra gli espositori gli italiani come prima nazionalità straniera rappresentata!

Nei prossimi giorni è prevista una mia visita all’Associazione Amicale Italie Bretagne di Quimper, e il fine settimana successivo, il 22 settembre 2018, avrà luogo al cimitero italiano di Soupir un’importante cerimonia in ricordo dei caduti italiani della Prima Guerra Mondiale.

Sotto il profilo del miglioramento dei servizi, infine, dopo il grande successo dell’azzeramento degli ingenti arretrati AIRE, l’obiettivo è ora quello di affrontare le enormi giacenze accumulatesi negli anni in archivio, e provvedere ad una riorganizzazione, razionalizzazione e svecchiamento. Un lavoro titanico, che stiamo avviando con determinazione e con i nostri migliori auspici.

Nel frattempo, cominciamo a prepararci ad un’elezione importante, quella dei membri del Parlamento Europeo, prevista, come sapete, nel mese di maggio 2019.

Cari Connazionali,

spero che gli aggiornamenti siano stati di vostro gradimento. Per informazioni ulteriori sulle iniziative in programma non esitate a consultare l’apposita pagina del sito cui potrete accedere dalla homepage.

Augurandovi di cuore eccellente ripresa, molto cordialmente,

 

Emilia Gatto
Consule Générale d’Italie

 

 Messaggio della Console Generale d’Italia a Parigi ai connazionali del 26/07/2018 

Cari connazionali,

eccoci di nuovo alle porte delle vacanze estive. Alcuni di voi ci leggeranno probabilmente già dai luoghi di villeggiatura prescelti.              

Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto negli oltre due mesi che ci lasciamo alle spalle, che hanno visto il susseguirsi di eventi e celebrazioni e la realizzazione di numerosi progetti a cui lavoravamo da tempo, progetti di cui il Consolato Generale si è fatto promotore in stretta collaborazione con l’Ambasciata, le altre istituzioni del “Sistema Italia” e la variegata rete associativa della circoscrizione consolare.

Come tutti i connazionali presenti hanno potuto constatare, la Festa Nazionale ospitata dall’Ambasciatrice Castaldo in Ambasciata lo scorso 4 giugno é stato un evento straordinario, con la partecipazione di oltre 2000 invitati. La Festa, oltre a celebrare l’importante ricorrenza della nascita della nostra Repubblica, ha anche rappresentato una vetrina delle eccellenze italiane per il grande pubblico, grazie al contributo di numerose aziende italiane.

Come tutti gli anni, a fine giugno e inizio luglio si sono svolte le cerimonie di consegna dei diplomi ESABAC (Doppio diploma Esame di Stato Baccalauréat) per gli studenti del Liceo Leonardo Da Vinci e dei diplomi OIB (Option International Baccalauréat) per gli studenti delle sezioni italiane dei Licei di Saint-Germain-en-Laye e Honoré de Balzac. Con l’occasione, presso il Consolato, ai migliori allievi di ogni scuola è stato conferito il “Premio Eccellenza 2018”, grazie anche alla collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura, l’ENIT, la sezione parigina della Società Dante Alighieri, il PLI (Progetto Lingua Italia) e l’ANPI.

Il 19 giugno scorso abbiamo organizzato presso il Consolato un incontro privilegiato tra il Consigliere di Parigi, nonché Consigliere delegato all’Europa, Hermano Sanches Ruivo, e i rappresentanti delle Associazioni Italiane operanti nella regione parigina. Abbiamo ricevuto molto apprezzamento da parte del mondo associativo italiano per questo evento speciale che ci auguriamo di poter replicare in futuro. L’impegno civico dei nostri connazionali ha rappresentato il punto cardine del discorso  del Consigliere, il quale ha tenuto a sottolineare l’attenzione riposta dalla Mairie di Parigi sulla nostra grande comunità e ha voluto incoraggiare la partecipazione alla vita cittadina degli italiani residenti a Parigi, anche rimarcando le numerose possibilità di finanziamento che la Città offre alle associazioni.

Voglio inoltre ricordare il successo della 18° edizione della Settimana Italiana, tenutasi dal 22 Giugno al 3 Luglio e promossa dalla Mairie del XIII Arrondissement, che è sempre stato un nostro partner di primo piano.

Continuano i lavori sulle iniziative culturali e di promozione dell’Italia che stiamo portando avanti.

Il progetto “Federazione Nuova Mobilità” inizia a mostrare i primi risultati. Al momento, abbiamo scelto il logo ufficiale e ci siamo fissati come obbiettivo l’inizio delle attività di coordinamento al 1 Gennaio 2019.

Siamo anche entrando nel vivo dei preparativi per la “Settimana della Cucina Italiana nel Mondo”, che si terrà dal 19 al 25 Novembre 2018 e proporrà un ricco calendario di eventi volti a celebrare la ricchezza enogastronomica e l’arte culinaria del savoir faire all’italiana. L’Ambasciatrice Castaldo, al riguardo, ha voluto sottolineare in un’intervista la grande attenzione e l’interesse con cui tutto il “Sistema Italia” guarda a questo importante appuntamento. Il programma prevede alcuni eventi per le istituzioni, altri indirizzati agli operatori di settore e altri ancora dedicati al grande pubblico, che verranno ripartiti tra l’Ambasciata, il Consolato Generale, l’Istituto Italiano di Cultura e numerose altre sedi istituzionali ed esterne.

Grande entusiasmo in questo periodo per “L’Italia del Père Lachaise”, progetto editoriale che mi sta molto a cuore e su cui stiamo lavorando in binomio con il COMITES. Il progetto è stato recentemente giudicato d’interesse dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, il quale ha anche fornito un significativo contributo al COMITES per il suo avvio. Ne siamo felici, perché l’ attenzione che ci viene data ci spinge a lavorare con ancora maggiore dedizione e rappresenta un importante riconoscimento istituzionale con il quale il MAECI ha voluto premiare il nuovo corso virtuoso che è stato avviato all’interno del COMITES.

Parlando del COMITES, vorrei ricordare a tutti che lo scorso 11 giugno Vincenzo Cirillo,  drammaturgo e regista teatrale, è stato nominato Presidente. Cirillo va a ricoprire il posto che fu di Tiziana Zalla, scomparsa improvvisamente nell’aprile scorso e alla quale abbiamo voluto dedicare una celebrazione commemorativa tenutasi il 28 giugno alla presenza del marito e delle due figlie, per ricordare con grande affetto l’eredità che la ricercatrice ha lasciato alla nostra collettività. Sulla scia di quanto ci ha lasciato la professoressa Zalla, sono convinta che questa nuova Presidenza continuerà a portare nuovi stimoli alle attività del COMITES e che avremo modo di sviluppare ulteriori sinergie propositive.

Infine, voglio spendere qualche parola per quel che riguarda il miglioramento dei servizi consolari. Tra le novità da citare, l’introduzione del Wi-Fi pubblico all’interno dei nostri locali e, soprattutto, del sistema taglia-code. Quest’ultimo, che mai era entrato in uso in questo Consolato, ha permesso una razionalizzazione dei flussi di utenti che richiedono i servizi e una gestione più razionale dell’attività agli sportelli, consentendo di minimizzare e di organizzare nel migliore dei modi i tempi di attesa.

Un grande plauso va rivolto all’Ufficio AIRE. Grazie anche al personale di nuova assunzione ed ad una nuova gestione che ha portato ad armonizzare tutte le procedure con quelle del MAECI attraverso FAST IT, il portale online della Farnesina, siamo infatti riusciti a riassorbire un importante arretrato creatosi a seguito delle elezioni nazionali.

Sono fiera del lavoro svolto e sono fiduciosa del fatto che, con il tempo, riusciremo a risolvere le ulteriori criticità che riguardano altri uffici, sempre rimanendo nell’ottica di un’amministrazione chiara, semplice e trasparente.

Cari connazionali,

nel congedarmi a voi voglio augurarvi di cuore una splendida estate e delle meravigliose vacanze. Auspico con tutto il cuore che questo periodo di riposo possa darvi nuova carica per affrontare le sfide quotidiane che vi aspetteranno al rientro. Noi in Consolato non vediamo l’ora di rilanciarci verso nuove avventure progettuali per valorizzare il contributo degli italiani nella Circoscrizione e di continuare a lavorare al servizio della nostra collettività.

Cordialmente

Emilia Gatto
Consule Générale d’Italie

 

 

 

Messaggi precedenti della Console Generale d'Italia a Parigi

 

Ultimo aggiornamento il 19/02/2019

 

 


12