Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Stato di emergenza in Francia e a Parigi

 

Stato di emergenza in Francia e a Parigi

A seguito degli attentati terroristici di Parigi del 13 Novembre 2015, il governo francese ha dichiarato lo stato di emergenza in tutto il paese ed ha disposto il ripristino dei controlli di polizia alle frontiere.

Il Consiglio dei Ministri francese ha approvato, sabato 10 dicembre 2016, un progetto di legge che prolunga lo stato di emergenza, già in vigore dopo gli attentati del 13 novembre 2015 a Parigi, sino al 15 luglio 2017.

Pertanto per tutti i viaggi da/per la Francia – senza distinzione tra viaggi via terra o aerei – sarà necessario presentare alle autorità francesi di frontiera un valido documento di viaggio: passaporto – carta d’identità valida per l’espatrio – documento provvisorio di viaggio (ETD).
Giunti sul territorio francese, si invita ad esercitare ogni dovuta cautela negli spostamenti e di attenersi alle indicazioni delle autorità
francesi.
Per quanto riguarda più specificamente Parigi, si segnala che lo stato di emergenza può comportare delle restrizioni temporanee di
movimento e di accesso a centri commerciali, attrazioni turistiche, musei e luoghi di svago.
Si suggerisce di consultare con regolarità il sito viaggiare sicuri (www.viaggiaresicuri.it) che viene aggiornato costantemente a cura del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

UNICAMENTE PER SITUAZIONI DI EMERGENZA ATTENTATI SONO OPERATIVI I SEGUENTI NUMERI TELEFONICI DEL CONSOLATO GENERALE (da NON utilizzare per questioni di natura amministrativa)

ASSISTENZA PER EMERGENZA ATTENTATI
dal lunedì al venerdì (9:00-18:00)
tel. 0033 (0) 1 4430 4701 / 4702 / 4707

FUNZIONARIO DI TURNO
la sera fino alle 22:00 e nel fine settimana e i festivi (8:00-22:00)
tel. 0033 (0) 1 4430 4700

la notte (22:00-8:00)
FUNZIONARIO DI TURNO DEL MAECI
tel. 0039 06 3691 2666

Si ricorda inoltre che in qualsiasi ora è sempre possibile rivolgersi all’
UNITÀ DI CRISI DEL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI
TEL. 0039 06 36225


469