Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

FOCUS CORONAVIRUS

Data:

03/08/2020


FOCUS CORONAVIRUS

 

Dal 18 maggio gli Uffici del Consolato Generale a Parigi hanno riaperto gradualmente al pubblico, in conformità alle disposizioni sull’emergenza sanitaria.

Si da priorità alla riprogrammazione degli appuntamenti annullati a causa dell’emergenza.

L’accesso agli Uffici è consentito ai soli utenti muniti di appuntamento e dotati di mascherina. Sarà registrata la temperatura corporea.

Per evitare assembramenti, è consentito l’accesso a un numero massimo di 4 persone alla volta.

Il Sistema di Prenotazione on line è stato riattivato per i servizi "Passaporti", "Carte d'identità" e "Visti". Si invita a monitorare il sito per ulteriori aggiornamenti.

############################

 

 

EMERGENZA CORONAVIRUS – Aggiornamento del 31/07/2020 ore 19:04

 

ULTIM'ORA: DAL 1 AGOSTO LA FRANCIA INTRODUCE ALCUNE MISURE RESTRITTIVE PER CHI PROVIENE DA ALCUNI PAESI EXTRA UE. In particolare:
Viaggiatori in arrivo in Francia da Bahrein, Emirati Arabi Uniti, Stati Uniti, Panama: devono presentare all’imbarco (nel paese di partenza) un test realizzato nelle 72 ore antecedenti la partenza del volo. Senza test la compagnia rifiuta l’imbarco.
Viaggiatori in arrivo in Francia da Turchia, Sudafrica, Algeria, Brasile, India, Israele, Kuwait, Madagascar, Oman, Perù, Qatar e Serbia: ci si può imbarcare anche senza test, in questo caso però si viene sottoposti all’arrivo in Francia al test (in apposito hangar allestito in aeroporto) e, per chi si ferma in Francia, alla quarantena. Chi è già in possesso di un test effettuato nelle 72 ore antecedenti la partenza del volo, il cui risultato à negativo, non verrà sottoposto né a test né a quarantena.

 

 

IN EVIDENZA: IL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI ITALIANO HA AGGIORNATO LA PAGINA WEB DELLE DOMANDE E RISPOSTE. CLICCARE QUI PER ACCEDERVI.

 

ENTRARE IN ITALIA DALLA FRANCIA:

Dal 3 giugno 2020 chiunque entra in Italia dalla Francia non sarà sottoposto a controlli sul motivo di ingresso né a obblighi di quarantena (art. 6 del DPCM 17/05/2020).

  

ENTRARE IN FRANCIA DALL'ITALIA:

A partire da lunedì 15 giugno, vengono soppresse tutte le limitazioni per l'entrata in Francia in provenienza dallo spazio europeo. Non sono più necessarie le autodichiarazioni di entrata sul territorio francese e non vengono più effettuati controlli sui motivi di entrata.  

 

SITUAZIONE IN FRANCIA

L'andamento dell'epidemia è in leggero aumento in Francia, con circa 1.000 casi al giorno, rilevati prevalentemente fra i giovani. Nella giornata del 29 luglio si contavano 5450 persone ancora positive, di cui 380 con forme severe. 

Per le informazioni sull'andamento dell'epidemia in Francia, si invita a collegarsi al sito:
https://solidarites-sante.gouv.fr/soins-et-maladies/maladies/maladies-infectieuses/coronavirus/

A partire da lunedì 15 giugno, tutta la Francia è considerata "zona verde". Maggiori informazioni alla pagina https://www.gouvernement.fr/info-coronavirus.

Uso delle mascherine: è obbligatorio in tutti i trasporti pubblici e nei taxi/uber e nei luoghi pubblici chiusi. Ne è consigliato l'uso all'esterno.

 

SITUAZIONE IN ITALIA

La situazione dell'epidemia in Italia si è stabilizzata attorno a circa 200 casi al giorno. Per informazioni generali sull’evolversi dell'epidemia e sulle decisioni adottate in Italia, si raccomanda di monitorare il sito http://www.protezionecivile.gov.it.

Sono cessate le misure limitative della circolazione all’interno del territorio nazionale. Sono introdotti obblighi di indossare la mascherina in luoghi chiusi accessibili al pubblico e mezzi di trasporto per tutti al di sopra dei 6 anni di età. Il Presidente del Consiglio Conte ha firmato il DPCM del 17/05/2020 che disciplina in modo dettagliato le misure entrate in vigore dal 18/05/2020 in Italia. Il decreto è corredato di numerosi allegati relativi alla disciplina di determinate categorie interessate dal DPCM. Il DPCM fa seguito al DL N. 33 DEL 16/05/2020 "Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19". 

 

TRASPORTI E COLLEGAMENTI FRANCIA-ITALIA:

Da giugno oltre ai voli Alitalia anche altre compagnie offrono collegamenti aerei Italia/Francia. E' sempre comunque consigliato arrivare con discreto anticipo in aeroporto. SNCF e Trenitalia hanno ripristinato alcuni collegamenti quotidiani Parigi-Torino-Milano con TGV. Alcune compagnie chiedono la compilazione di una dichiarazione che attesti l'assenza di sintomi, altre richiedono un modulo con i propri dati per essere rintracciati. I moduli sono generalmente presenti in aeroporto o distrubuiti dalla compagnia aerea.
In tutti i casi, prima di partire, è sempre bene informarsi presso la compagnia.

Per i viaggi in Francia, si prega di consultare il sito http://www.viaggiaresicuri.it/home, sezione "Focus coronavirus" del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, e Scheda Paese Francia al link http://www.viaggiaresicuri.it/paese/FRA.

 

CONTATTI

Si ricorda che, in generale, in caso di bisogno di assistenza, il referente dei cittadini presenti sul territorio è sempre il Consolato italiano territorialmente competente:
https://ambparigi.esteri.it/ambasciata_parigi/it/ambasciata/la_rete_consolare/la-rete-consolare.html.

L'elenco dei numeri di emergenza dei Consolati presenti in Francia si trova alla pagina https://ambparigi.esteri.it/ambasciata_parigi/it/ambasciata/numeri-di-emergenza-connazionali.html.

 

Da ultimo, si ribadisce che le Ambasciate e i Consolati non intervengono nelle questioni di carattere commerciale, come l’annullamento di biglietti e prenotazioni.  

 

 

Ultimo aggiornamento pagina: 30/07/2020


975